EPC (Energy Performance Contract), tool per valutare a quali interventi di efficienza applicarlo

Home » EPC » EPC (Energy Performance Contract), tool per valutare a quali interventi di efficienza applicarlo

EPC (Energy Performance Contract), tool per valutare a quali interventi di efficienza applicarlo

Posted on

Nell’ambito del progetto europeo GuarantEE (Energy Efficiency with performance Guarantees in private and public sector), è stato messo a disposizione dell’aziende e delle Pubbliche amministrazioni un tool on line per determinare l’opportunità o meno di ricorrere ad un contratto EPC.

****

È possibile farlo grazie al Pre-Check Online, messo a disposizione nell’ambito del progetto europeo GuarantEE (Energy Efficiency with performance Guarantees in private and public sector).

Secondo la definizione contenuta nel Dlgs 102/2014 (articolo 2, lettera n), il contratto di rendimento energetico o di prestazione energetica (in inglese noto come Energy perfomance contract – EPC) è un “accordo contrattuale tra il beneficiario o chi per esso esercita il potere negoziale e il fornitore di una misura di miglioramento dell’efficienza energetica, verificata e monitorata durante l’intera durata del contratto, dove gli investimenti (lavori, forniture o servizi) realizzati sono pagati in funzione del livello di miglioramento dell’efficienza energetica stabilito contrattualmente o di altri criteri di prestazione energetica concordati, quali i risparmi finanziari”.

Ma in quali casi è consigliabile ricorrere a un contratto EPC? Il Pre-Check EPC – messo a disposizione nell’ambito del progetto europeo GuarantEE – te lo dice in 5 minuti e gratuitamente, attraverso un test on line.
In particolare, esso “fornisce indicazioni e supporto ai proprietari di edifici e ai facility manager per stabilire se le proprie strutture possano essere adatte a un contratto EPC”. Composto 15 domande, pone quesiti su:

  • tipo e sulla proprietà degli edifici;
    • costi energetici annuali;
    • previsione d’interventi di ristrutturazione;
    • disponibilità e accessibilità ai finanziamenti.

“La compilazione del Pre-Check on line – si legge nel comunicato stampa – permette ai potenziali clienti di capire se per il proprio immobile è consigliato il ricorso a progetti EPC: sulla base delle proprie risposte  si riceverà una prima valutazione dei risparmi energetici e della riduzione dei costi. Il Rapporto potrà essere scaricato sul proprio computer oppure essere inviato a un facilitatore qualificato secondo gli schemi definiti a livello europeo e/o nazionale e in grado di interpretare in maniera ottimale e ‘personalizzata’ i bisogni del cliente”.

ll Pre-Check EPC è disponibile in ognuna delle lingue nazionali dei 14 partnerdel  progetto GuarantEE, finanziato nell’ambito del programma Horizon 2020 e a cui l’ENEA partecipa in partnership.

On line è disponibile anche il video che illustra nei dettagli tutto il percorso da fare per la sua compilazione (vedi i Riferimenti in basso).

Riferimenti

• Pre-check EPC
il sito dove condurre il test

• Il video che illustra nei dettagli tutto il percorso da fare per la compilazione del Pre-check EPC

• Dlgs 4 luglio 2014, n. 102 – Attuazione della direttiva 2012/27/Ue sull’efficienza energetica
in Nextville (Osservatorio di normativa energetica)

*****
Fonte Nextville